• Il Blog di Poker

Quali differenze ci sono tra un ERP e un software gestionale?

Quali sono le principali differenze fra una soluzione ERP (Enterprise Resource Planning) e un software gestionale? Scopriamolo insieme!

Mentre un software gestionale tende a raccogliere e a consuntivare le informazioni nelle diverse aree di gestione (amministrazione, produzione, ecc.), un ERP è una piattaforma gestionale integrata, che permette di governare tutti i processi organizzativi di un’azienda da un unico cruscotto centralizzato.

Non a caso, Gartner Group definisce l’ERP come una strategia tecnologica che integra una serie di funzioni di business (acquisti, finanza, risorse umane) con gli aspetti di operation (produzione, distribuzione) attraverso connessioni molto strette, dalle transazioni ai record finanziari.

Il concetto di integrazione – come vedremo in seguito – è quindi fondamentale ed è un importante elemento di differenziazione rispetto al gestionale puro, magari completo nelle funzionalità ma frammentario nel collegamento fra i moduli.

Comprendere le differenze tra un sistema ERP e un software gestionale è fondamentale soprattutto quando si sta per affrontare una fase di cambiamento che prevede la ristrutturazione dei sistemi informativi aziendali e l’introduzione di un software più avanzato.

Le caratteristiche di una soluzione ERP

Rispetto ad un gestionale tradizionale, un ERP è caratterizzato:

  • dall’utilizzo di un unico database condiviso, in grado di garantire l’aggiornamento, l’omogeneità e la condivisione dei dati a prescindere dalla dislocazione fisica, dall’unità organizzativa o dal numero di applicazioni utilizzate contemporaneamente;
  • dalla massima integrazione di tutte le funzioni, al fine di facilitare la comunicazione tra i vari dipartimenti aziendali ed aggiornare il database in tempo reale evitando così la duplicazione dei dati;
  • da una struttura modulare che consente un elevato livello di flessibilità e di personalizzazione, durante la fase di sviluppo e di implementazione della piattaforma stessa. A differenza di un software gestionale, per lo più progettato a compartimenti stagni per svolgere operazioni relative ad un solo processo, un ERP è un vero e proprio sistema composto da più applicativi, ognuno formato da diversi moduli dedicati ad una funzione specifica e progettati per adattarsi, il più possibile, alle reali esigenze operative, strategiche e direzionali di un’azienda;
  • da un controllo attivo di tutti i processi aziendali tramite workflow con il duplice obiettivo di massimizzare, da un lato, la velocità delle decisioni e l’efficienza di tutto il sistema e, dall’altro, di garantire la qualità dei processi e, di conseguenza, la loro certificabilità;
  • dalla capacità di raccogliere ed elaborare, tramite strumenti di data mining e business intelligence integrati, quegli importanti dati sintetici che, riassunti in un unico cruscotto, consentono di monitorare l’andamento di tutta l’azienda.

In conclusione

La parola chiave che distingue una soluzione ERP da un software gestionale è “processo”. Un ERP viene costruito ed adattato per seguire i processi aziendali, i flussi di informazione e supportare tutti i reparti aziendali nelle loro attività seguendo determinate logiche di flusso. Un software gestionale, invece, non è parte integrante dei flussi organizzativi di un’azienda, ma si limita alla consuntivazione delle attività.

E tu hai già un ERP in grado di evolvere nel tempo, di supportare lo sviluppo di nuove occasioni di business e di avviare un circolo virtuoso per la continua e progressiva ottimizzazione delle performance della tua azienda?

Contattaci in caso di necessità e troveremo insieme la soluzione più adatta alle tue esigenze!