• Business Intelligence
    Trasformare i dati in informazioni

L'espressione Business Intelligence venne coniata all'inizio degli anni '90 da un analista di Gartner, Howard Dresner.

Ancora oggi si utilizza per indicare tutti i processi, le tecnologie e le metodologie necessarie alle aziende per gestire ed utilizzare in maniera strategica ai dati a loro disposizione.

Una gestione razionale dei dati rappresenta il presupposto fondamentale per dare luogo ad un processo decisionale efficace e in grado di generare scelte migliori e in tempi più rapidi, in modo da aumentare il vantaggio competitivo di un'azienda.

Con l'espressione Business Intelligence si intendono tutti i processi e i tools necessari per trasformare i dati in informazioni, le informazioni in conoscenza e la conoscenza in piani d'azione.

 

TRASFORMARE I DATI IN INFORMAZIONI

Quotidianamente nelle aziende si verifica l’esigenza di ottenere informazioni utili che si potrebbero ricavare dai dati presenti nel sistema informativo.

Solitamente i sistemi gestionali forniscono dati sulla situazione aziendale focalizzata ad un dato istante, ma raramente riescono a descrivere l’andamento che il fenomeno interessato ha avuto nell’ultimo anno o triennio.

Inoltre, spesso, i report forniti sono statici e non consentono di effettuare una ricerca accurata delle informazioni laddove, invece, si presenta la necessità di conoscere la situazione nel dettaglio.

Ciò è possibile grazie a strumenti denominati OLAP (On-Line Analytical Processing) che consentono di dare risposte ai quesiti che lo staff dirigenziale delle aziende attende da anni.

Attraverso l’utilizzo di questi strumenti è possibile attivare i principali processi decisionali sulla base di fatti e non di impressioni.