• Il Blog di Poker

Con un comunicato stampa diffuso ieri, 26 ottobre, l’Agenzia delle Entrate ha reso noto di aver attivato “Civis F24”, il nuovo servizio del canale telematico “Civis”.
Il servizio consente – agli utenti abilitati a Fisconline e ad Entratel – di modificare il modello F24, inviando una richiesta tramite “Civis”, il canale di assistenza dell’Agenzia delle Entrate.
In altre parole, “Civis F24” permette ai contribuenti, che hanno commesso un errore nella compilazione del modello, di correggerlo direttamente online.

“Civis 24”: come modificare l’F24 online?

Per poter presentare la richiesta di modifica, è necessario che la delega:

  • risulti acquisita nella banca dati dell’Anagrafe Tributaria;
  • riguardi tributi gestiti dall’Agenzia;
  • sia stata inoltrata negli ultimi tre anni solari antecedenti l’anno della richiesta;
  • contenga almeno un tributo non abbinato.

Le fasi di “Civis F24”

Il servizio “Civis F24” si articola in quattro fasi, ovvero:

  • la ricerca e la visualizzazione della delega;
  • la modifica della delega;
  • l’invio della richiesta di modifica;
  • l’esito della lavorazione.

Ricerca e visualizzazione della delega

Per agevolare gli utenti, “Civis F24” prevede due criteri di ricerca alternativi, a seconda che si tratti di deleghe inviate in modalità telematica ovvero di tutte le altre deleghe (cartacee, home banking, ecc.).

  • deleghe inviate in modalità telematica: la ricerca va effettuata tramite i protocolli telematico e progressivo, che si trovano sulla ricevuta telematica rilasciata al momento dell’invio del file o all’interno del Cassetto Fiscale;
  • altre deleghe: la ricerca va effettuata indicando la data di versamento, il saldo della delega, e il codice dell’ente presso cui è stata presentata la delega.

Modifica della delega

Con “Civis F24” è possibile modificare solo i tributi gestiti dall’Agenzia.

Sono pertanto esclusi:

  • i contributi/tributi delle sezioni INPS e degli altri enti previdenziali e assistenziali;
  • i tributi della sezione IMU e degli altri enti locali.

Invio della richiesta

Per poter procedere all’invio, è necessario indicare:

  • la motivazione della richiesta di modifica;
  • un indirizzo email;
  • un nominativo di riferimento.

Una volta inviata la richiesta, l’utente riceve il protocollo di accettazione e, in allegato, il riepilogo dell’istanza che può essere stampato o salvato in formato .pdf.

Esito della lavorazione

La lavorazione può generare esiti diversi, ovvero:

  • richiesta accolta;
  • richiesta parzialmente accolta;
  • richiesta rifiutata;
  • richiesta non trattabile.

In caso di esito negativo, vengono indicate le motivazioni per cui non è stato possibile accogliere la richiesta di modifica dell’F24.